Smartphone e tablet verso display biodegradabili!

display tabletI rifiuti creati dalla tecnologia risultano ad oggi molto inquinanti, nonostante la raccolta dei RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) sia in un forte aumento, almeno in Italia. L’Università del Missouri-Columbia sta studiando per arrivare all’obiettivo di ottenere display biodegradabili: Suchismita Guha, professore al Dipartimento di Fisica e Astronomia presso la MU College of Arts and Science, ha collaborato con un gruppo di ricercatori dell’Università Federale di ABC in Brasile allo sviluppo sperimentale di strutture organiche costituite da peptidi o proteine, che possano trasformarsi in veri e propri schermi per smartphone o tablet. I peptidi possono auto-assemblarsi in nanostrutture o nanotubi che devono poi essere combinate con polimeri che emettano luce blu, verde e rossa.

Per adesso, sono stati utilizzati con successo i polimeri emettitori di luce blu, quando lo studio sarà completato – se lo stesso successo si avrà anche con il verde e il rosso – si potrà ipotizzare la possibilità di trovare sul mercato dei nuovi dispositivi green a forte componente biodegradabile.

 

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare