L’economia circolare piace agli Italiani

economia circolareCresce notevolmente la consapevolezza nei confronti dei temi ambientali, del riciclo e dell’economia circolare. Secondo la ricerca “Greenability, conoscenza e utilizzo dei prodotti realizzati con materiali di ricilo”, commissionata da Conai (Consorzio nazionale imballaggi) e realizzata da Doxa Marketing Advice, gli italiani battono americani, russi e giapponesi in fatto di sensibilità ambientale. Buoni risultati raggiunti ad esempio nella raccolta differenziata: circa l’87% degli italiani dichiara di svolgerla abitualmente, superando i giapponesi (74%), gli statunitensi (57%) e i russi (26%). L’Italia pare eccellere anche nella conoscenza dei prodotti realizzati con i materiali provenienti dalle attività di riciclo, con una media di 7,5 prodotti; si va dai libri, all’abbigliamento, ai complementi d’arredo. I dati dimostrano anche come gli italiani padroneggino le informazioni di base sulla raccolta differenziata, che viene percepita come il mezzo per consentire l’avvio al riciclo dei rifiuti. Negli anni si è sviluppata, inoltre, una maggiore attenzione al packaging sostenibile, tanto da condizionare le scelte d’acquisto: quasi 6 rispondenti su 10 (59%) dichiarano di aver acquistato un prodotto per via della sostenibilità del packaging. I risultati italiani della ricerca, quindi, mostrano un modello che funziona e che è riuscito a sviluppare nel nostro Paese una vera economia circolare.  

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare