Valnestore Sviluppo – Guasticchi ‘Verso il Centro di Eccellenza, con il Polo d’innovazione’

L’insediamento del ‘Polo d’innovazione per l’energia da fonti rinnovabili ed il risparmio energetico’, nell’area della ex-centrale Enel di Pietrafitta, è stato promosso dalla Valnestore Sviluppo srl, società partecipata in parti uguali dalla Provincia di Perugia, dalla Comunità Montana “Associazione dei comuni Trasimeno – medio Tevere”, dal comune di Piegaro e dal Comune di Panicale. L’iniziativa è insieme con con l’Università di Perugia e con la Confindustria. “Si tratta – sono le parole del Presidente della Provincia di Perugia Marco Vinicio Guasticchi – di un ulteriore passo in avanti verso la realizzazione di un vero e proprio Centro di Eccellenza per le energie alternative secondo gli indirizzi espressi dal nostro Ente e dagli altri soci. L’intervento si inserisce infatti nell’ambito di un progetto finalizzato allo sviluppo di un Centro di Eccellenza ad elevata qualificazione produttiva nel campo delle energie rinnovabili che l’area è pronta ad ospitare e per la cui realizzazione è stato sottoscritto un protocollo di intesa con l’Università degli Studi di Perugia, Confindustria ed Angelantoni Industrie S.p.a. Un’area industriale dove si delineano elementi di forte attrattività: un contesto che evidenzia, oramai, una specifica qualificazione territoriale e settoriale in virtù dei progetti in essere”. Dopo la realizzazione di alcune opere infrastrutturali di rifunzionalizzazione e la costituzione del Polo, la realizzazione del Centro di eccellenza può dirsi ormai avviata, infatti, con riferimento alle attività indicate, la Valnestore Sviluppo s.r.l. ha pubblicato un bando di gara per un impianto solare fotovoltaico a terra di 3990Kwp, ed altri progetti sono allo studio, anche per iniziativa diretta degli altri partners. Al Polo d’innovazione per le energie da fonti rinnovabili aderiscono, insieme con la Valnestore Sviluppo, ben 46 fra le principali aziende umbre operanti nell’ambito dell’innovazione e delle energie alternative ed è stata presentata una domanda di intervento su un apposito Bando Regionale a valere sul P.O.R. Umbria 20010-2016. L’accordo per valorizzare il compendio immobiliare di Pietrafitta prevede, in particolare, che il Centro di eccellenza sia strutturato in tre “componenti” autonome, ma tra loro sinergiche: attività di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, utilizzando tecnologie già disponibili ma anche sperimentando nuovi dispositivi e dunque con prototipi e “dimostratori”, da insediare nei terreni dell’ex miniera, già di proprietà della Valnestore Sviluppo srl, con l’obiettivo anche di reperire risorse finanziarie a sostegno dell’intero progetto; Centro ricerche; attività industriali nel campo delle energie alternative e del risparmio energetico. Già nel 2005 la Regione Umbria aveva inteso individuare nella ex-centrale Enel di Pietrafitta una delle aree industriali di eccellenza per la riqualificazione dell’offerta insediativa regionale e nella Valnestore Sviluppo s.r.l. uno degli assetti strategici della programmazione dello sviluppo economico regionale.

Scheda

I Poli di innovazione sono “Raggruppamenti di imprese indipendenti, start-up innovatrici, piccole, medie e grandi imprese, nonché organismi di ricerca attivi in un particolare settore, e destinati a stimolare l’attività innovativa incoraggiando l’interazione intensiva, l’uso in comune di installazioni e lo scambio di conoscenze ed esperienze, nonché contribuendo in maniera effettiva al trasferimento di tecnologie, alla messa in rete e alla diffusione delle informazioni tra le imprese che costituiscono il Polo”. Il Polo di innovazione è una struttura di coordinamento sinergico tra i diversi attori del processo innovativo caratteristico di una specifica piattaforma tecnologica, di un settore o di un comparto produttivo. Il Polo è, altresì, una struttura finalizzata a mettere a disposizione: servizi ad alto valore aggiunto, infrastrutture per l’innovazione e la ricerca, piattaforme di cooperazione tecnica, testing e networking per progetti collaborativi. Gli obiettivi primari del Polo sono: favorire l’ampliamento delle competenze delle imprese regionali attraverso la partecipazione ai processi di innovazione delle specifiche piattaforme tecnologiche in coerenza con gli indirizzi nazionali e comunitari; recepire e interpretare le esigenze tecnologiche delle imprese; favorire la condivisione della conoscenza e la convergenza degli investimenti su nuove traiettorie di sviluppo di prodotti o servizi innovativi, nonché contribuire al trasferimento intersettoriale di conoscenza tecnologica; favorire l’investimento e l’utilizzo in comune di installazioni, attrezzature di laboratorio ed in generale infrastrutture di ricerca, sperimentazione, prova e certificazione; nonché asset innovativi intangibili; favorire la mobilità del capitale umano tra imprese o tra sistema della ricerca ed imprese; favorire la partecipazione delle imprese alle comunità ed alle reti internazionali di ricerca scientifica ed industriale più avanzate; recepire e interpretare le esigenze formative delle imprese, con l’obiettivo di migliorare le competenze tecnologiche e manageriali delle imprese associate al Polo; favorire l’ampliamento del numero dei ricercatori impegnati sulle piattaforme individuate; favorire lo sviluppo di nuova imprenditorialità; favorire i processi di internazionalizzazione delle imprese associate al Polo; favorire l’attrazione di investimenti produttivi sul territorio regionale.

Condividi Torna alla Home di EnergiaFocus.it [alert style=”white”] Prezzi Stufe a Pellet [/alert] [RSSImport display=”5″ feedurl=”http://store.energiafocus.it/negozio/categoria-prodotto/energia-da-biomassa/stufe-a-pellet/feed”] [alert style=”white”] [/alert]

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare