Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti: Iniziative coinvolgenti e obiettivi da raggiungere

Dal 19 al 27 novembre si terrà la terza edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR). Settimana L’iniziativa nasce all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea con l’obiettivo primario di sensibilizzare le Istituzioni, gli stakeholder e tutti i consumatori circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall’Unione Europea, che gli Stati membri devono perseguire, anche alla luce delle recenti disposizioni normative (direttiva quadro sui rifiuti, 2008/98/CE). Obiettivo del Comitato italiano – composto da Ministero dell’Ambiente,  Federambiente, Rifiuti 21 Network, Provincia di Torino, Provincia di Roma, Legambiente, AICA,  E.R.I.C.A. Soc. Coop., Eco dalle Città  – è stimolare quanti più soggetti possibile – Enti e Istituzioni nazionali e locali, Autorità territoriali e Pubbliche Amministrazioni, Associazioni e Organizzazioni no profit, Scuole e Università, Aziende e Imprese, Associazioni di categoria, ecc. (i cosiddetti Project Developer), a mettere in piedi iniziative ed azioni volte alla riduzione dei rifiuti e all’educazione all’ecologia, a livello nazionale e locale. Le azioni comuni che vengono sviluppate durante la SERR in diversi luoghi in Europa utilizzano la stessa metodologia e condividono il medesimo obiettivo di porre l’accento sul loro reale impatto sulla riduzione dei rifiuti. La segreteria europea della SERR fornisce agli organizzatori e ai promotori dei progetti la documentazione specifica, la metodologia e la comunicazione per la loro corretta riuscita.

Ci sono 5 differenti categorie di azioni comuni, focalizzate su 4 temi simbolici: 1 Riduzione dei rifiuti cartacei (Giornata senza carta, stop alla pubblicità nelle buche delle lettere) 2 Riduzione dei rifiuti da cibo (Meno rifiuti nelle mense) 3 Ripara/Riutilizza (Monitoraggio dei rifiuti, laboratori di riparazione) 4 Riduzione dei rifiuti dovuti all’eccesso di imballaggi (Incontri a rifiuti zero)

Gli obiettivi di queste azioni comuni sono molteplici: Creare durante la settimana una comunità di azione pan-europea e rinforzare i legami tra i territori partecipanti, misurare e informare sulla quantità di rifiuti evitati attraverso le azioni mirate realizzate durante la SERR, attrarre l’interesse dei media locali, nazionali ed europei. Misurando i rifiuti risparmiati, l’azione raggiunge una delle principali aspettative della Commissione Europea: la rilevazione del reale impatto della riduzione dei rifiuti. Ci sarà una valutazione dei risultati delle azioni in sede europea. Questo per mostrare che la SERR non avrà effetti solo sui comportamenti dei cittadini, ma anche sulla reale riduzione dei rifiuti. Sono stati preparate le schede e materiali informativi a proposito di tutte le azioni previste e sono disponibili in italiano sul sito ufficiale della SERRwww.menorifiuti.org. Al interno di ogni scheda ci sono le linee guida pratiche per ogni azione: obiettivi, tempi di realizzazione, lista dei materiali necessari e le istruzioni per la quantificazione dei rifiuti evitati. Sostanzialmente le schede informative spiegano perché una certa azione è stata organizzata e come può effettivamente svilupparsi.

[alert style=”white”] Prezzi Stufe a Pellet [/alert] [RSSImport display=”5″ feedurl=”http://store.energiafocus.it/negozio/categoria-prodotto/energia-da-biomassa/stufe-a-pellet/feed”] [alert style=”white”] [/alert] Condividi Torna alla Home di EnergiaFocus.it

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare