Perché sono vegetariana di Margherita Hack, in uscita a dicembre 2011

“Non ho un grande merito a essere vegetariana ma lo sono dalla nascita”

Ma un grande merito lo ha Margherita Hack: denunciare in queste pagine una barbarie che tanto spesso ci sfugge più o meno volontariamente. Ricorrendo come sempre alla scienza, scrive parole importanti in difesa di tutti gli animali, per scuotere le coscienze e far riflettere sul futuro.   IL TREND MONDIALE  HA VISTO SALIRE LA PERDENTUALE DEI VEGETARIANI AL 500% IN 25 ANNI. IN ITALIA CIRCA 7 MILIONI DI PERSONE HANNO FATTO QUESTA SCELTA PER RAGIONI ETICHE, AMBIENTALI, SALUTISTICHE E POLITICHE.   Margherita Hack, la più grande astronoma vivente, tratta qui un tema di grandissima attualità accompagnandolo da esperienze personali e citazioni di grandi vegetariani della storia, della letteratura e dell’arte; da Plutarco ad Einstein, così come lo stesso Leonardo da Vinci. L’autrice, vegetariana dalla nascita, spiega perché uccidere gli animali per nutrirsi non è solo una barbarie ma un danno irreversibile per la salute e l’ambiente. Alle scene cruente dei mattatoi si alternano spiegazioni scientifiche che attingono anche all’astrofisica. Nello stile coinvolgente che la contraddistingue il libro è una veemente difesa del mondo animale e degli stretti rapporti con l’uomo fin dall’apparizione della vita sul pianeta. Denso di rivelazioni choc e tesi molto condivisibili, la lettura offre spunti di grande riflessione – così come di polemica – a tutti coloro che hanno a cuore l’ambiente ma anche la propria salute. Alla conclusione potremmo non essere preparati: smettere di nutrirsi di animali può cambiare le sorti del pianeta e persino risolvere in gran parte il problema della fame del mondo. L’Edizioni dell’Altana è nata a Roma nel 1995 per iniziativa di due coniugi giornalisti-scrittori, Giuseppe dall’Ongaro e Donata Aphel che tuttora la dirige.  Perché “dell’Altana”? L’altana è un luogo reale, elevato, in cima e non dentro ai palazzi, dal quale è consentito guardare avanti e indietro, senza ostacoli e schemi, con un tetto che protegge dalle intemperie, ma senza pareti intorno, sicché da tutti i lati, liberamente, vi possano spirare scirocco o zeffiro, bora o maestrale, brezzo o tramontana, da qualsiasi parte la rosa dei venti ce li mandi, siano essi forti o leggeri ma limpidi sempre e capaci di spazzar via dalle nostre terrazze residui mentali di ogni inquinamento. La prima pubblicazione fu proprio l’Almanacco dell’Altana del 1995, annuale (giunta al decimo compleanno e poi sospesa) attorno a cui si è stretto un gruppo di intellettuali del calibro di, tra i tanti, Giacomo Battiato, Angelo Canevari, Luciano Canfora, Andrea Camilleri, Aldo Carotenuto, Giulio Cattaneo, Fausto Coen, Nino Ghelli, Fabio Lusignoli, Valerio Magrelli, Franco Marotta, Giorgio Pressburger, Francesco Perfetti, Quirino Principe, Dario Sabbatucci, Ruggero Savinio, Emanuele Severino, Giacinto Spagnoletti, Luciano Tas, Laura Toscano, Valerio Zanone. Caratteristica di questa piccola ma vigorosa casa editrice è la pubblicazione di testi di alta qualità culturale che si articolano principalmente in tre collane: narrativa, storico-saggistica, libri tascabili di argomento vario.   www.altana.net Condividi [alert style=”white”] Prezzi Stufe a Pellet [/alert] [RSSImport display=”5″ feedurl=”http://store.energiafocus.it/negozio/categoria-prodotto/energia-da-biomassa/stufe-a-pellet/feed”] [alert style=”white”] [/alert]

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare