Perché Led è meglio?

I Led sono in grado di fornire luce fino a quattro volte rispetto alle lampade a incandescenza e alle alogene. La loro durata è incredibilmente lunga: può arrivare fino a 80.000 ore (equivalente a 25 anni) ed è indipendente dal numero di accensioni e spegnimenti. Non possedendo un filamento, non si danneggiano facilmente e resistono piuttosto bene agli urti e all’umidità. Fulminarli è impossibile, poiché si illuminano grazie al movimento degli elettroni in un materiale semiconduttore, ma sono soggetti ad una lenta degradazione che si manifesta con una perdita di luminosità che può arrivare al 20-30% della luce emessa inizialmente. I costi di manutenzione sono praticamente inesistenti e sono in grado di accendersi a freddo anche a bassissime temperature (anche vicine ai -40°C). Producendo una quantità di calore irrisoria non influiscono sui costi per il condizionamento delle stanze. Inoltre, poiché per funzionare richiedono un investimento di energia inferiore rispetto agli altri sistemi di illuminazione, sono più adatti da utilizzare in abbinamento a impianti fotovoltaici. Soprattutto, a parità di Lumen sviluppati consentono di risparmiare il 40-50% di energia rispetto alle tecnologie tradizionali di illuminazione considerate più efficienti tra quelle a “basso consumo” (lampade ai vapori di Sodio ad Alta pressione e ad Alogenuri Metallici). La percentuale di risparmio arriva addirittura fino a al 60-80% se il confronto viene effettuato con lampade a basso consumo meno efficienti, che contengono vapori di mercurio tossici, mentre i Led (tra l’altro) ne sono privi. Anche se tecnicamente non si possono produrre Led che emettano una luce veramente bianca, si può ottenere un effetto molto simile combinando la luce proveniente dai Led rossi, verdi e blu. Il principale difetto della luce a Led è la direzionalità: rispetto alle lampadine a cui siamo abituati la luce Led non è diffusa (basta pensare alla luce emessa dalla spia di un televisore ). Questo problema può essere facilmente aggirato costruendo dei cluster di Led, ovvero posizionando decine o centinaia di diodi luminosi all’interno di un supporto che faccia da lente, in modo da diffondere la luce.

Tratto da: “La mia energia”.

Condividi Torna alla Home di Energiafocus.it

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare