La comunicazione ambientale dal punto di vista professionale: l’esperienza di Aisa

L’Associazione Italiana Scienze Ambientali è l’associazione senza fini di lucro fondata nel 1997, formata da Laureati e Studenti del Corso di Laurea in Scienze Ambientali (SA), Scienze e Tecnologie per l’Ambiente (STA), Scienze e tecnologie per l’ambiente ed il Territorio (STAT) e da quanti condividono, apprezzano e fanno crescere le premesse ed i risultati della ricerca pubblica e privata e dell’istruzione universitaria dedicata alle scienze dell’ambiente.

Aisa è un soggetto attivo sul territorio grazie alla sua articolazione in sezioni territoriali, laboratori tematici, sezioni studenti ed è collegata a tutti gli Atenei italiani presso i quali è attivato il Corso di Studi in Scienze Ambientali.

L’attività di Aisa tende non solo alla promozione, allo sviluppo, al riconoscimento giuridico ed economico e alla tutela del prestigio, dei diritti, delle competenze e delle attività dei professionisti in possesso del titolo di Diploma di Laurea in Scienze Ambientali , ma anche alla collaborazione con le istituzioni accademiche nell’ambito di specifici percorsi formativi nelle discipline delle Scienze dell’Ambiente. Il ruolo di Aisa è quello di un ente che promuove , elabora, incoraggia e divulga lo studio e la risoluzione dei problemi scientifici, tecnici, economici e legislativi in materia ambientale e matura, promuove e diffonde una visione sistemica dell’ambiente anche attraverso la realizzazione di attività di istruzione, formazione ed aggiornamento. Essa stabilisce e mantiene contatti in campo nazionale ed internazionale con enti, associazioni e realtà universitarie interessate allo studio e alla gestione dell’ambiente, ma soprattutto promuove la sensibilizzazione sulle problematiche ambientali e sulle relative implicazioni etiche e socio-economiche.

Luca Vignoli, nell’ambito della manifestazione Ravenna 2010, afferma che per Aisa è importante partecipare a questo tipo di eventi poiché si propone come soggetto attivo e promotore di principi sia tecnici che etici del territorio e dell’ambiente in cui viviamo. Sottolinea l’importanza di comunicare e di ascoltare le comunicazioni che vengono dall’esterno per capire ciò che è giusto o sbagliato. “Investire in comunicazione ambientale” – afferma ancora Vignoli – “può essere il primo step per raggiungere degli obiettivi a lungo termine. La comunicazione è lo strumento principale per raggiungere la conoscenza e la conoscenza implica anche la consapevolezza di ciò che siamo e che ruolo abbiamo nell’ambiente in cui viviamo”.

Condividi

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare