Il solare fotovoltaico

Oggi si parla molto di pannelli solari fotovoltaici: da un lato si assiste a una sensibilizzazione al tema del rispetto per la natura, e senza ombra di dubbio i pannelli fotovoltaici forniscono un tipo di energia del tutto priva di emissioni nocive e radiazioni. D’altro canto si deve considerare l’aumento del consumo energetico: tra le varie forme di energia alternativa senza dubbio i pannelli fotovoltaici presentano un vantaggio non da poco. I raggi del sole colpiscono ogni parte del globo e sarebbe sufficiente una frazione minima della luce solare per sopperire all’intero fabbisogno di energia.

La scelta di un pannello fotovoltaico è un investimento a lungo termine: i costi di installazione di un pannello solare fotovoltaico, saranno presto ripagate, e l’impianto fotovoltaico, che è composto da pannello più inverter fotovoltaico, diventerà una fonte di guadagno per chi affronta una tale spesa. Le odierne celle fotovoltaiche sono fatte composte da silicio semiconduttore, che viene “drogato”, grazie all’introduzione di differenti elementi chimici. In tal modo si creano degli strati che presentano una carenza, oppure un esubero di elettroni. Mettendo i due tipi di strato a contatto si crea un’area carica. Il colore bluastro, quasi nero, tipico dei pannelli fotovoltaici è generato da uno strato antiriflesso che serve da protezione e riduce le perdite di energia dovute ai riflessi, che mandano indietro parte della luce senza assorbirla.

Condividi Torna alla Home

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare