Il Nobel per la Fisica 2014 agli inventori delle lampadine a Led

lampadeled

Il premio è stato assegnato a tre scienziati giapponesi che con il loro studio hanno aperto la strada alle nuove fonti luminose più efficienti

Il nobel per la fisica 2014 è stato dato a tre scienziati giapponesi che hanno condotto delle ricerche sulla sui diodi a luce blu, che hanno aperto la strada alle nuove fonti luminose più efficienti.

Le ricerche sui diodi semiconduttori sono state impiegate per i Led a luce blu che hanno permesso la creazione della nuova generazione di lampadine Led a basso consumo. Essi possono funzionare anche a con l’energia prodotta da un pannello solare fotovoltaico, infatti le lampade a Led possono migliorare la qualità della vita 1,5 miliardi di persone che non hanno accesso alla rete elettrica. Infatti con l’arrivo di queste lampadine l’efficienza è maggiore insieme alla loro durata rispetto alle vecchie fonti luminose. Gran parte della produzione di energia elettrica mondiale viene impiegata per accendere le lampadine, er questo motivo i Led possono essere un’ottima soluzione in quanto a risparmio delle risorse del pianeta. Le lampade a Led, sviluppate tra 1989 e il 1993 sono molto più efficienti anche delle recenti lampadine alogene. I led riescono ad utilizzare l’energia elettrica che consumano solo per emettere luce senza disperdere calore come altri sistemi, che ottimizzano l’energia impiegata senza sprecarne nell’emissione di calore. Utilizzanod la stessa quantità di enrgia, una lampada a Led emette luce quattro volte di più di una a fluorescenza. In quanto a risparmio le lampadine a Led stanno rivoluzionando il mondo dell’illuminotecnica e molte città italiane si stanno attrezzando per istallarle, visto il risparmio che assicurano. Milano, per esempio ha già iniziato ad utilizzare un sistema di illiminazione Led, che oltre ad essere più duraturo e con un maggiore risparmio, gradua la sua intensità in base alla luce dell’ambiente e alle persone frequentanti quella zona. La nuova tecnologia è molto interessante perchè trova largo impiego non solo nell’illuminazione, ma anche in tutte le apparecchiature elttriche mobili, come ad esempio i cellulari. I tre scienziati hanno davvero “lanciato una trasformazione fondamentale nella tecnologia dell’illuminazione”.

Fonte: Corriere della Sera

scienziati

[alert style=”white”] Prezzi Stufe a Pellet [/alert] [RSSImport display=”5″ feedurl=”http://store.energiafocus.it/negozio/categoria-prodotto/energia-da-biomassa/stufe-a-pellet/feed”] [alert style=”white”] [/alert]

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare