Il comune di Perugia adotta il bollino blu per le caldaie

“Pagare meno per pagare tutti” è la filosofia che aveva indotto la Provincia di Perugia a istituire il “bollino blu” sulle caldaie, con una spesa biennale di 10-12 euro per tutti i proprietari degli impianti domestici dei comuni con meno di 40 mila abitanti. In poche parole, una nuova tassa che dovranno pagare tutti (come dimostrato dalla recente inchiesta del Giornale dell’Umbria) e che ora il comune di Perugia ha fatto sua prevedendo il pagamento di 10 euro per ogni impianto di riscaldamento.

Secondo una stima prudenziale, Palazzo dei Priori dovrebbe incamerare 800mila euro ogni due anni, contando le circa 70mila famiglie del territorio e 10 mila appartamenti per studenti. Si chiama regolamento per l’attività di verifica e controllo degli impianti termici il documento varato dalla Giunta che prevede l’adozione del bollino blu. L’assessore comunale all’Ambiente e alle Politiche Energetiche, Lorena Pesaresi, nel presentare la proposta, ha ricordato che il regolamento deriva dalle norme per l’attuazione del piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell’energia, risparmio energetico e sviluppo delle fonti rinnovabili. L’unità operativa Servizi Tecnologici, energetici e informatici del Comune ha partecipato al gruppo di lavoro per la redazione del regolamento, in collaborazione con la Provincia. In seguito ha avuto luogo un confronto con le associazioni di categoria e dei consumatori. La normativa – ha specificato l’assessore Pesaresi – si propone di adottare il bollino blu che consiste nel certificare all’Ente l’avvenuta manutenzione e prova di combustione del proprio impianto termico, inviando il rapporto di controllo tecnico redatto dal manutentore installatore, con applicato il bollino blu, al fine di ridurre il costo che i cittadini devono sostenere singolarmente , pagando a tutti un modesto contributo ambientale biennale che potrebbe essere quantificato in 10 euro, ovvero poco più di un centesimo al giorno, facilmente recuperabile dal risparmio ottenuto dall’ottimizzazione del rendimento di combustione.

Fonte : Il Giornale dell’Umbria

Condividi

Torna alla Home

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare