I risultati nel campo della prevenzione

Da anni ormai si parla di “prevenzione in campo ambientale”. Prevenzione “diffusa” da parte delle istituzioni, che per dovere ne devono promuovere i principi e le linee guida, e prevenzione “recepita” e “applicata” da parte delle aziende del nostro sistema Paese. Ad oggi 42 aziende,con 72 casi e oltre 130 azioni di prevenzione ambientale, sono riuscite – grazie a una maggiore attenzione al ciclo di vita del prodotto e all’innovazione – a tagliare le emissioni di CO2 del 30%, evitando 500 milioni di euro di spese per la collettività.

Questi dati sono contenuti nel dossier ‘Prevenzione 2010’ presentato da Conai (Consorzio nazionale imballaggi) alla Fiera Ecomondo a Rimini. Il report, giunto alla quarta edizione, dedica ampio spazio alle nuove soluzioni di packaging sostenibile realizzate tra il 2008 e il 2010, presentando una casistica di imballaggi eco-compatibili presenti sul mercato (sette settori di mercato, tra cui alimentari solidi, alimentari liquidi, cura della persona e detergenza domestica, e poi altri settori come beni durevoli, chimico, elettrico, movimentazione). Il Dossier Prevenzione rappresenta un ottimo strumento dunque per rendere noti esempi di best practice aziendali, in questo caso aziende che si impegnano sempre più nei loro sforzi per difendere l’ambiente.

Gli interventi effettuati,di cui si parla nello studio di Conai, riguardano per il 78% gli imballaggi primari e per il 22% gli imballaggi secondari e terziari (per un totale del meno 30% di emissioni di CO2). Il 29% dei casi riguarda il settore della cura della persona e detergenza. A seguire il settore alimentari solidi (22% dei casi), poi il settore alimentari liquidi (17%), e i beni durevoli (13%). Per quanto riguarda le azioni di prevenzione, il 46% delle aziende ha pensato al risparmio di materia prima, il 16% all’ottimizzazione della logistica, il 15% all’utilizzo di materiale riciclato, e l’8% alla facilitazione delle attività di riciclo.

torna alla Home

Le best practice presentate nel Dossier riguardano: risparmi ambientali per acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro, benefici e risparmi economici ed ambientali per la collettività, riduzione del peso degli imballaggi evitando l’immissione sul mercato di imballaggi primari, produzione del 90% degli imballaggi in cartone con materiali riciclati, sistemi di chiusura in di ridotto peso, riduzione del peso medio degli imballaggi in plastica … in definitiva il taglio di 1,8 milioni di tonnellate di CO2 soltanto nel 2009 grazie all’utilizzo di vetro riciclato.

Condividi

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare