EcoArk:sole che alimenta i led

 

Un padiglione realizzato con 1,5 milioni bottiglie di plastica riciclate che di giorno filtra l’energia del sole mentre di notte riflette la luce. Si chiama “EcoArk”, è alto 9 piani e occupa una superficie di 2.000 metri quadrati, ed è stato progettato per il Taipei International Flora Exposition.

Questa struttura è stata rivestita con sistemi di raffrescamento e pannelli solari che catturano l’energia necessaria per alimentare il sistema di illuminazione a Led. Si tratta di un eco project che, grazie a questi accorgimenti sostenibili, si autoalimenta. L’exterior dell’edificio è stato ricoperto con silice naturale, estratto dagli scarti agricoli. Questo rende l’architettura leggera, pesa infatti il 50 per cento in meno di un edificio tradizionale, e più resistente. Oggi quest’edificio, che in questi mesi ha ospitato incontri pubblici, eventi e sfilate di moda, è in mostra al Museo MAXXI di Roma. Al reciclo dei materiali di scarto, il museo romano dedicata infatti l’esposizione “RE-CYCLE. Strategie per l’architettura, la città e il pianeta”. EcoArk sarà smontato e le singoli parti del padiglione verranno distribuite nelle oltre 100 scuole di Taiwan in modo da sensibilizzare i bambini e i giovani. Sull’isola, infatti, non c’è spazio per realizzare delle discariche e il bisogno di riciclare materiale di scarto è molto sentito. EcoArk è un progetto di Miniwiz, società di Taiwan specializzata nella costruzione di edifici sostenibili. Condividi

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare