Caldaie: Perugia applica il Bollino di controllo

Da giugno 2011 l’AEA (Agenzia per l’Energia e l’Ambiente) ha un nuovo volto e opera nel settore della verifica e controllo dell’esercizio e manutenzione degli impianti termici. Tale attività riveste una importante valenza sul piano ambientale, poiché rappresenta una delle iniziative più rilevanti su scala provinciale ai fini del generale contenimento delle emissioni inquinanti e della riduzione dei consumi energetici. Contribuisce, inoltre, all’innalzamento degli standard di sicurezza dei cittadini. Con l’inverno alle porte è normale che le caldaie siano più attive e per tanto c’è bisogno di particolari monitoraggi al fine di evitare spiacevoli incidenti. Per legge oneri per l’effettuazione dei controlli necessari ad accertare l’effettivo stato di manutenzione e di esercizio dell’impianto termico siano a carico degli utenti. La Provincia di Perugia ha deciso di adottare il “Bollino” come soluzione per la copertura dei costi. Tramite un’equa ripartizione tra gli utenti finali, tale soluzione consiste nel certificare all’Ente competente l’avvenuta manutenzione e prova di combustione del proprio impianto termico inviando il rapporto di controllo tecnico redatto dal manutentore – installatore , con applicato il “Bollino”.

Il “Bollino” è composto da tre parti separabili con lo stesso numero identificativo:

–          una viene posta sul rapporto di controllo tecnico che rimane all’utente e va allegato al libretto di impianto o di centrale;

–          una viene posta sul rapporto di controllo tecnico che rimane al manutentore – installatore;

–          una viene posta sul rapporto di controllo tecnico (allegato G – allegato F) che va trasmessa all’ Ente competente ai controlli

Il costo del bollino varia in base alla tipologia dell’impianto termico. Sul sito www.aea.perugia.it è possibile consultare la tabella con i costi dei bollini per i relativi impianti termici. Solo i soggetti abilitati ai sensi del D.M. n. 37/2008 (ex L. n. 46/1990) manutentori installatori di impianti termici, sono legittimati ad apporre il bollino sul rapporto di controllo, che deve essere trasmesso conformemente alle istruzioni dell’Ente entro 30gg dall’intervento di controllo e manutenzione secondo la periodicità previste.

Il Bollino Blu verrà fornito direttamente dal manutentore/installatore e sarà suo compito trasmettere il rapporto di controllo tecnico all’ Agenzia per l’Energia e l’Ambiente – (Centro Direzionale Quattro Torri) La trasmissione è a carico del manutentore/installatore che provvederà a tale adempimento anche per via telematica, conformemente alle istruzioni dell’Ente controllore. Il bollino è un sistema adottato per non far gravare sugli utenti la spesa di un eventuale controllo dell’Ente preposto. Se l’utente è in possesso del rapporto di controllo tecnico completo dell’apposito bollino, il servizio di verifica del suo impianto termico da parte dei tecnici dell’Ente preposto, è gratuito. Mentre per gli utenti per i quali non sia pervenuta la dichiarazione con le modalità e le temporalità disciplinate dal Regolamento, il costo del servizio di verifica è interamente a loro carico. Nei casi di impianti di nuova installazione, di impianti ristrutturati e di sostituzione di generatori di calore, deve pervenire all’Ente la scheda identificativa dell’impianto accompagnata dal rapporto di controllo tecnico corredato dall’apposito “bollino”, conforme all’allegato “G” e/o “F” del D.Lgs. n. 192/05 e s.m.i, attestante la prova di combustione effettuata al momento dell’attivazione dell’impianto. Per approfondire questo argomento visitate il sito www.aea.perugia.it

Condividi Torna alla Home di EnergiaFocus.it [alert style=”white”] Prezzi Stufe a Pellet [/alert] [RSSImport display=”5″ feedurl=”http://store.energiafocus.it/negozio/categoria-prodotto/energia-da-biomassa/stufe-a-pellet/feed”] [alert style=”white”] [/alert]

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare