Riciclo creativo stoffa: alcune idee

Riciclo creativo stoffa: nuova vita per foulard, jeans, tende e tappeti!

riciclo creativo stoffa patchworkSia che si tratti tratti di un vecchio abito, che di di un lenzuolo ormai in disuso o di scampoli acquistati e mai davvero utilizzati, nei cassetti e negli armadi di casa è molto facile trovare della stoffa per anni dimenticata. Avete anche voi abiti che non volete più indossare, coperte usurate o centrini ereditati dalla zia? Perché non sfruttare tutto questo materiale che non usate più per del riciclo creativo stoffa?

Con la stoffa ci si può davvero sbizzarrire anche perché riciclarla è davvero semplice, difatti i tessuti, essendo versatili e facilmente manipolabili, si prestano più che mai ad essere reinterpretati in chiave creativa. Con la tecnica del patchwork potete creare trapunte, tappeti, cuscini. Con ritagli di tessuto potete realizzare dei bellissimi fiori decorativi, mentre, con sciarpe e foulard potrete addirittura realizzare un fantastico specchio.

Tuttavia vi servirà qualche competenza pregressa, così come anche una buona attitudine all’inventiva e gli adeguati strumenti. Non possono mancare forbici, ago e filo e, per i più frettolosi, colla per tessuti che insieme alla colla a caldo è l’alternativa anti-cucito per eccellenza! In ogni caso il riciclo creativo stoffa non sarà altro che semplici lavori di bricolage ispirati dalla fantasia o da tecniche mutuate dalla tradizione. Per esempio, il Furoshiki, antica arte giapponese che rivisita creativamente i foulard trasformandoli, di volta in volta, in borse, pacchi regalo, abiti e persino invitanti cestini da picnic.

Le idee fai da te quindi non mancano quando si parla di riciclo creativo con la stoffa. Che ne dici di metterti alla prova seguendo alcuni dei nostri consigli ed idee per il fai da te?

Alcuni consigli in base ai tessuti più comuni a tua disposizione

Jeans

riciclo creativo stoffa - borsa realizzata con vecchi jeansIl jeans ben si presta per strumenti dall’elevata resistenza, come una shopper multiuso, un cuscino per l’amico quadrupede di casa, un sacchetto per conservare le mollette e, perché no, telecomandi, dispositivi e altri gingilli elettronici in salotto. Il taglio varia a seconda del progetto che si desidera realizzare, mentre la cucitura dovrà essere necessariamente eseguita a macchina.

Qualora decidessi di realizzare una borsa, sarà necessario un doppio passaggio nell’area delle maniglie. Se, invece, decidi di optare per il cuscino, dovrai ritagliare due rettangoli delle stesse dimensioni ed applicare la cucitura rigorosamente al rovescio, mantenendo una piccola apertura in un angolo. infine rovescia nuovamente il tutto, affinché le cuciture rimangano all’interno e riempilo con la gommapiuma richiudendo l’area rimasta aperta.

Maglia

Anche gli indumenti in maglia, soprattutto a trama grossa, ben si prestano alla realizzazione di cuscini, sia per il divano che per gli animali domestici.

Per gli arredamenti dal gusto tradizionale e un po’ country, invece, si può pensare a un simpatica coperta patchwork, cucendo sapientemente piccoli quadrati opportunamente bordati. Altra alternativa sono le classiche presine, ma anche tappetini patchwork, copriseduta per le sedie di casa, protezioni per i vasi dei fiori e molto altro altro ancora.

Alcune idee per riciclo creativo stoffa

Scatole realizzate con riciclo creativo stoffa

Che ne dici di personalizzare con brio una vecchia scatola inutilizzata? Anche i contenitori delle scarpe tornano utili perché con il riciclo avanzi di stoffa i miracoli sono a portata di creativa. Armati di scatola di cartone, stoffa a scelta, forbici, colla a caldo o specifica per tessuti, spatola, nastri.

Prima di tutto stira la stoffa e ritagliala su misura, ti serviranno diversi pezzetti di stoffa per rivestire le singole parti della scatola. Procedi stendendo la colla sulle superfici e applicaci gli avanzi di stoffa aiutandoti con una spatola. A lavoro terminato potrai procedere con l’applicazione di eventuali nastri per rifinire i bordi. Conchiglie, perle, pietre preziose, bottoni applicati qua e là con colla a caldo conferiranno un tocco originale al lavoro.

Pacco regalo con la tecnica del Furoshiki

FuroshikiE’ la tecnica del Furoshiki ad insegnarci come trasformare un vecchio foulard in un pacco regalo. Il metodo cambia leggermente a seconda della forma del pacco da rivestire. Un oggetto circolare andrà disposto al centro del foulard facendo confluire i lati arricciati su di esso. Pacchi cubici e oblunghi andranno posizionati al centro del foulard, nel primo caso con gli angoli allineati con i lati della base, nel secondo con i vertici opposti annodati sopra al pacco e gli altri arrotolati all’esterno.

Borsa

Ancora una volta riciclo dei foulard ma per dare vita, in questo caso, a una magnifica borsa. Stendi il foulard a rovescio su una superficie piana, piegalo a metà in diagonale. Annoda due estremità del triangolo così realizzato, prima una, poi l’altra. Ora capovolgi il foulard e completa annodando l’ultima estremità del triangolo. Ecco che la borsa è pronta all’uso!

Tappeti

Avresti mai immaginato che la stoffa delle vecchie lenzuola potesse trasformarsi in tappeti per il soggiorno? Procurati delle lenzuola matrimoniali e tagliale a strisce per il lungo, lo spessore dovrà aggirarsi intorno ai 2-3 cm. Arrotola insieme 3 strisce a formare delle lunghe trecce fissandole con ago e filo. Ovviamente più sarà grande il tappeto, più strisce ti occorreranno.

A lavoro completato, fissa le trecce a spirale su una base semirigida. In alternativa puoi acquistare una rete antiscivolo per tappeti, tagliare le lenzuola a strisce e infilarle nei quadratini della rete annodandole bene. Anche il riciclo ritagli stoffa si presta allo scopo, il procedimento è il medesimo.

Orecchini di stoffa

Come abbiamo visto, è sufficiente un pizzico di fantasia per dare nuova vita ai materiali, che possono trasformarsi in tanti nuovi oggetti. L’idea in più sono gli orecchini di stoffa fai da te. Sono una perfetta idea regalo low cost, da realizzare con i tessuti di scarto che tutti noi abbiamo in casa. Per relizzarli, occorrono scarti di tessuto jersey o di una vecchia t-shirt, due attacchi per orecchini, un righello, un paio di forbici, ago, filo e colla.

Per realizzare gli orecchini di stoffa fai da te segui il tutorial che trovi qui di seguito!

Per rimanere aggiornato seguici su Facebook! 

 

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare