L’87% degli Italiani preferisce l’energia solare alla fossile!

Smart-cities-ed-economia-circolare-768x1024Nei confronti dell’energia solare, cresce il consenso degli italiani nonostante lo scenario energetico nazionale sembra guardare, ancora, ai carburanti fossili. Sarà che il Bel Paese è la prima nazione al mondo per il contributo del fotovoltaico rispetto ai consumi elettrici, sarà che la rinnovata passione del Governo per trivelle e company spaventa, ma sta di fatto che i più continuano a credere nell’energia pulita. A confermarlo sono i risultati del 13° rapporto “Gli Italiani e il solare” presentato durante il convegno “Smart cities ed economia circolare”, organizzato dalla Fondazione UniVerde e da IPR Marketing in collaborazione  con Cobat, Consorzio Nazionale Raccolta e Riciclo. E se da un lato l’87% degli intervistati afferma di preferire l’energia solare a quella fossile, dall’altro una percentuale identica sostiene che l’Italia, in futuro, dovrebbe investire proprio su questo tipo di fonte perché (per il 90%) compatibile con l’ambiente. Come afferma il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro, l’energia solare è sempre più sostenuta dai cittadini ma ostacolata dalle burocrazie. Servono norme chiare e durature anche per lo stoccaggio di energia da fonti rinnovabili diffuse e per il riciclo degli impianti a fine vita. Di pari passo scende drasticamente, rispetto agli anni precedenti, il consenso verso il nucleare, il carbone e il petrolio (al di sotto del 2%) e il gas metano (4%). Il 79% del campione si dichiara ottimista, seppure molti considerano difficile raggiungere, nel 2050, l’obiettivo del 100% di energia rinnovabile.

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare