Solare organico, il fotovoltaico al mirtillo e alghe

solare organicoSin dagli anni ‘90 l’idea di riuscire ad imitare nel miglior modo possibile la natura animava gli animi di numerosi scienziati. La biomimetica prese il sopravvento e nel corso degli anni si susseguirono una serie di studi sul solare organico che, oggi, direttamente dal Chose (centro di ricerca della Regione Lazio attivo dal 2006 su tali studi) prova a mimare la fotosintesi clorofilliana. Nei laboratori romani, mentre si guarda agli zaini solari ed alle tastiere già sul mercato, si studia come industrializzare, su scala più grande, ulteriori applicazioni di tali celle a base di succo di mirtillo. Rifacendosi a Michael Grätzel che nel 1991 mise a punto le dye-sensitized solar cell (Dssc- in cui gli estratti naturali assorbono la luce solare, trasferiscono gli elettroni a un leggero strato di biossido di titanio e la carica viene poi trasmessa grazie a un fluido elettrolita a base di iodio) i ricercatori del Chose, per migliorare l’efficienza di tali celle, stanno puntando su molecole estratte dalle alghe. Infatti, secondo le loro osservazioni, utilizzando questo tipo di estratti si arriverebbe ad un’efficienza del 4% contro circa l’1% delle antocianine estratte dai mirtilli, aumentando, dunque, la quantità di luce solare trasformabile in energia elettrica. Sebbene tanti siano gli aspetti critici ancora da risolvere, innumerevoli sono i vantaggi offerti dal solare fotovoltaico non solo in termini economici ed ambientali ma anche di pratica integrazione entro dispositivi elettronici, abiti ed architetture grazie ai moduli trasparenti, colorati e flessibili. Inoltre, grazie alle metodologie costruttive eco-friendly vi è non solo, la garanzia di un miglior riciclo degli elementi con minor impatto ambientale ma, performance superiori ai moduli in silicio anche in caso di situazioni con illuminazione non ottimale. Sperimentando applicazioni anche nell’edilizia, la tecnologia Dssc, sta andando avanti in tutto il mondo dalla Germania al Giappone, da celle grandi come un francobollo a fogli continui di moduli solari, con significativi progressi a cui però servirà ancora qualche anno, ma non troppo, per passare dal laboratorio alla strada della piena industrializzazione.

Tags:

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare