Italia: “decarbonizzare” la politica energetica e spingere verso le rinnovabili

decarbonizzare giustaUn taglio alla bolletta energetica e una mano alla lotta contro il climate change è possibile. La parola chiave è decarbonizzare, cioè cambiare il rapporto carbonio-idrogeno nelle fonti energetiche. I benefici sono presentati nel rapporto “Pathways to deep decarbonization in Italy – 2015” (Percorsi verso la decarbonizzazione profonda in Italia) realizzato dall’ENEA in collaborazione con la FEEM (Fondazione Eni Enrico Mattei). Lo studio, presentato a Roma, esplora tre scenari differenti per la decarbonizzazione del sistema energetico al 2050 caratterizzato da: – azioni mirate ad un uso maggiore di fonti rinnovabili e tecnologie di cattura e stoccaggio della CO2; – focalizzazione sull’efficienza energetica; – limitata disponibilità di tecnologie innovative e fonti alternative. Prendendo in considerazione l’opzione più ottimista, si registrerebbe una riduzione dell’80% delle emissioni di CO2 rispetto al 1990 e un risparmio fino a 66 miliardi di euro sulla bolletta energetica nazionale. La transizione verso un’economia low carbon punta, in definitiva, ad un forte incremento dell’efficienza energetica e ad un maggior ricorso a elettricità, fonti rinnovabili e a tecnologie CCS (per industria, terziario, trasporti e residenziale); tutto ciò in aggiunta ad investimenti in ricerca, infrastrutture, formazione e informazione.

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare