Green Economy: l’Italia sale sul podio, è terza in Europa

green economyCon grande sorpresa l’Italia arriva sul podio del Green Economy Index insieme all’Austria e alla Svezia, piazzandosi in terza posizione. Un risultato ottenuto soprattutto grazie all’efficienza energetica, mentre Austria e Svezia primeggiano per le altissime quote di energia rinnovabile sui consumi elettrici (rispettivamente al 68 e al 52%), che derivano dalle risorse naturali dei due Paesi. Pessimo risultato per Paesi come Germania e Francia. La prima, nonostante gli eccellenti risultati nella raccolta differenziata e nella gestione dei rifiuti, si posiziona soltanto al sedicesimo posto per gli elevati consumi energetici delle famiglie, per l’elevata incidenza di utilizzo dell’auto e per le emissioni medie di CO2 per le nuove auto immatricolate. La Francia si posiziona al diciassettesimo posto per un basso livello di certificazione ambientale delle sue aziende, per la rilevante generazione di rifiuti pro capite e per l’incidenza dell’utilizzo dell’auto nei trasporti. La classifica tiene conto di tutti i principali settori interessati dall’economia verde ed è stato elaborato da Fondazione Impresa, cioè il centro studi sulla piccola impresa, che tutti gli anni elabora il Green Economy Index delle regioni italiane. Nel caso specifico dell’Europa, non c’è un’area geografica che prevale sulle altre in materia di green economy: i tredici Paesi dell’UE che si posizionano meglio sono distribuiti fra il sud-ovest e il nord-est dell’Europa, mentre la parte centrale, che comprende anche Germania e Francia, si contraddistingue per un livello più modesto di green economy.    

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare