I sistemi di accumulo di energia elettrica: vantaggi e caratteristiche

Produrre energia elettrica con il tuo impianto fotovoltaico può non essere più sufficiente. Ecco vantaggi e caratteristiche dei sistemi di accumulo di energia elettrica

sistemi di accumulo di energia elettrica da impianto fotovoltaicoCome dice il nome, i sistemi di accumulo di energia elettrica sono in grado di conservare l’elettricità prodotta dal tuo impianto fotovoltaico e che non consumi nel momento stesso in cui la produci. In sostanza quindi questi sistemi riescono a non disperdere l’energia che produce in eccesso il tuo impianto fotovoltaico permettendoti di utilizzarla in un secondo momento.

Fare ricorso a dei sistemi di accumulo di energia elettrica è quindi una metodo utilizzato soprattutto da chi non vuole avvalersi dello scambio sul posto, ovvero quella pratica che ti permette di immettere il surplus di energia elettrica da te prodotta direttamente in rete. Anzi, più che soprattutto, possiamo tranquillamente affermare che questa è l’unica alternativa allo scambio elettrico.

In questo articolo, noi di Energia Focus, abbiamo provato ad analizzarne i vantaggi dei sistemi di accumulo di energia elettrica oltre che alle loro principali caratteristiche ed i migliori modelli presenti sul mercato.

I vantaggi dei sistemi di accumulo di energia elettrica

I principali vantaggi di questo tipi di accumulatori, che nella pratica funzionano come una sorta di batteria ricaricabile, sono legati senza dubbio al fatto che essi sono in grado di donare autonomia, autoconsumo e risparmio. Specie se questi sistemi di accumulo di energia elettrica sono integrati nel nostro impianto fotovoltaico. Ma proseguiamo ad elencare uno per uno i loro vantaggi:I vantaggi dei sistemi che ti permettono di accumulare l'energia elettrica che produci

  • Autonomia: accumulare elettricità significa essere autonomi dal momento che ci permettono di essere in buona parte indipendenti dalle rete elettrica nazionale. Gli accumulatori in questo caso funzionano come delle batterie ricaricabili nel senso che l’energia prodotta in eccesso dal nostro impianto viene incanalata nell’accumulatore e quindi è come se ricaricasse la batteria. Una batteria che è in grado di conservare la carica e quindi in grado di fornire elettricità alla casa nel momento del bisogno.
  • Energia pulita sempre: i sistemi di accumulo di energia elettrica consentono di risolvere in maniera efficace uno dei maggiori problemi legati all’energia prodotta con fonti rinnovabili. Stiamo parlando del fatto le fonti rinnovabili non riescono a garantire continuità nella produzione di energia elettrica. Gli impianti fotovoltaici producono energia solo di giorno in quanto hanno bisogno della luce del sole per farlo, quelli eolici invece solo quando c’è vento e cosi via. Accumulare l’energia prodotta in eccesso e riuscire ad utilizzarla quando se ne ha realmente bisogno risolve questo importante gap.
  • Autoconsumo: grazie a questi sistemi in grado di accumulare e conservare l’elettricità sarai in grado di essere energicamente autosufficiente. Niente più bollette quindi!

Quanta energia sono in grado di accumulare questi sistemi?

La quantità di energia che questi sistemi di accumulo di energia possono conservare non è fissa o costante ma dipende dalle batterie che monta il tuo sistema. I nuovi dispositivi arrivano ad accumulare in media circa il 70% dell’energia prodotta dal tuo impianto fotovoltaico.

Tuttavia l’accumulo non è solo legato all’energia elettrica. E’ infatti possibile immagazzinare anche l’energia termica cosa che è particolarmente conveniente se disponi di calore fornito da fonti rinnovabili come pompe di calore, solare termodinamico o solare termico.

I migliori sistemi di accumulo di energia elettrica presenti sul mercato

i migliori sistemi di accumulo di energia presenti sul mercatoIl mercato offre una miriade di informazioni necessarie per eseguire un corretto dimensionamento delle batterie di accumulo di cui avrai necessità. Oltre a queste informazioni troverai anche che ci sono veramente tanti modelli di questi tipi di dispositivi in modo da poter offrire una soluzione per tutte le tasche e per tutte le esigenze.

Tuttavia, in questa lista, abbiamo selezionato alcuni fra i migliori dispositivi di immagazzinamento di energia e che ci teniamo a segnalarti:

  • Sistemi di accumulo Tesla: molto popolare è quello che viene indicato con il nome Powerall che sfrutta una batteria ad alto voltaggio grazie ai suoi ioni a litio. Questo sistema ha una capacità di 6.4 kWh. Ad oggi è uscita la seconda generazione di questi dispositivi che è in grado di raddoppiare la sua capacità e la rende adatta anche ad abitazioni di grandi dimensioni ed aziende;
  • Accumulatori SMA Smart Energy: questo sistema è particolarmente adatto ai piccoli impianti domestici. Ha una capacità di 2,4 kWh ed è molto comodo visto che può essere gestito tramite app da smartphone;
  • Accumulatori di energia Samsung: il sistema SDI ALL in one integra in un unico corpo tutti i componenti necessari a convertire, accumulare e gestire l’energia. Al suo interno infatti è presente un iverter con un sistema di immagazzinamento integrato con una capacità di 3,6 kWh;
  • Sistemi di accumulo di energia Bosch: BPT-S 5 Hybrid è un accumulatore di energia che sfrutta le batterie con gli ioni al litio, dalla ragguardevole durata di 20 anni, per arrivare ad accumulare dai 4,4 kWh ai 13,2 kWh;
  • Batterie di accumulo Panasonic: perfetto per un uso domestico visto che garantisce 5mila cicli di ricarica. tuttavia la capacità è di soli 1,3 kWh.

Se questo articolo ti è piaciuto seguici anche su Facebook!

 

 

 

Energia, ambiente e risorse naturali
Register New Account
Reset Password
Compare items () compare